Rimani sempre aggiornato sulle notizie di dorgaligonone.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Samugheo si accende per il suo Carnevale: ad “A Maimone” lo show delle maschere sarde… e non solo

Domenica 17 Febbraio è in programma la 24a edizione de “Su Carrasegare Antigu Samughesu”. Decine di gruppi infiammeranno la sfilata (ore 16)

| di Ufficio Stampa "A Maimone 2019"
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La data da cerchiare in rosso è quella di Domenica 17 Febbraio. Manca meno di un mese ad “A Maimone - Su Carrasegare Antigu Samughesu”, uno degli appuntamenti più importanti e sentiti del carnevale antico in Sardegna, che ogni anno richiama a Samugheo (Oristano) migliaia di visitatori da ogni angolo dell’Isola e non solo.

Sarà così anche per la 24a edizione della rassegna organizzata dal Gruppo Etnico Culturale Mamutzones di Samugheo, con il patrocinio della Fondazione di Sardegna e del Comune di Samugheo, che sarà infiammata da decine di gruppi mascherati, pronti ad intrattenere il pubblico assiepato nelle vie del centro del Mandrolisai a partire dalle ore 16.

Prenderanno parte alla caratteristica sfilata le maschere più importanti del carnevale barbaricino, Boes e Merdules da Ottana, Su Bundu di Orani, Sos Tamburinos di Gavoi, Sos Thurpos da Orotelli, Is Arestes e s’Urtzu Pretistu da Sorgono, S’Iscusorzu di Teti e tutte le figure del carnevale samughese, a partire da i Mamutzones, s’Urtzu, su Omadore e Su Carru 'è Minchileo

La kermesse sarà inoltre arricchita da due gruppi provenienti dal centro e sud d’Italia, Gl’Cierv di Castelnuovo al Volturno (Isernia), ovvero il rito dell’Uomo Cervo che da sempre contraddistingue il carnevale del centro molisano, e Cucibocca di Montescaglioso (Matera), l’antica e misteriosa tradizione lucana caratterizzata da gruppi di figuri che circolano nelle strade in abiti scuri ricoperti da un ampio mantello e con catene ai piedi.

Ad “A Maimone” 2019 non mancherà una rappresentanza straniera: grande attesa anche per il gruppo “Didi s Kamešnice” proveniente da Gljev, in Croazia, che arricchirà il carnevale antico samughese con le tradizioni della Dalmazia. In questa località al confine con la Bosnia, il carnevale inizia con un’invasione chiassosa e colorata di uomini vestiti da montoni dispettosi, i cosiddetti Didi.

La sfilata del carnevale antico samughese sarà anticipata nella mattinata di domenica dalla presentazione della Nazionale Sarda di Calcio (Natzionale Sarda de Bocia). Prenderanno parte all’evento, in programma alle ore 11 nella Sala Congressi del MURATS (Museo Unico dell’Arte Tessile Sarda, sito in Via Bologna 1), il Presidente della FINS (Federatzione Isport Natzionale Sardu) Gabrielli Cossu, il General Manager della nazionale sarda Vittorio Sanna, il Commissario Tecnico Bernardo Mereu e una delegazione di calciatori.

Il programma della 24a edizione di “A Maimone” scatterà nel pomeriggio di Sabato 16 Febbraio alle 16.30 presso il MURATS (Museo dell’Arte Tessile Sarda) con il convegno/dibattito “Carnevale, tradizioni e cambiamenti” moderato da Gigino Deidda.

Ufficio Stampa "A Maimone 2019"

Contatti

redazione@dorgaligonone.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK