Rimani sempre aggiornato sulle notizie di dorgaligonone.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

MOTORIZZAZIONI SARDEGNA. Il Ministero ammette la gravissima crisi delle strutture isolane e tenta l’intervento d’emergenza

Mellino (Presidente Confartigianato Trasporti Sardegna): “E’ una “non soluzione” che sposta avanti il problema e taglia fuori i camion: ci vuole il personale”

| di Federico Marini
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

MOTORIZZAZIONI SARDEGNA – Il Ministero ammette la gravissima crisi delle strutture isolane e tenta l’intervento d’emergenza: da gennaio revisioni degli autobus distribuite in tutta l’isola (tranne a Nuoro). Mellino (Presidente Confartigianato Trasporti Sardegna): “E’ una “non soluzione” che sposta avanti il problema e taglia fuori i camion: ci vuole il personale”. Intanto aumentano le criticità delle prenotazioni attraverso il portale on line.

Dopo 3 anni di disagi, manifestazioni, battaglie e interrogazioni parlamentari il Governo certifica lo stato di crisi delle Motorizzazioni della Sardegna. Putroppo, però, non trova soluzioni definitive, sposta avanti il problema e taglia fuori i camion”.

E’ questo il primo commento del Presidente di Confartigianato Trasporti Sardegna, Giovanni Antonio Mellino alla circolare con la quale il Ministero dei Trasporti ammettendo il gravissimo stato in cui versano le Motorizzazioni della Sardegna, tra carenza di personale e tempi d’attesa insostenibili, dall’inizio del nuovo anno autorizza Enti, Collettività e Imprese a prenotare le revisioni dei soli autobus in tutte le Motorizzazioni territoriali della Sardegna, quindi senza distinzione di appartenenza territoriale, a eccezione di Nuoro che gestirà esclusivamente le operazione del nuorese e Ogliastra.

Nella comunicazione ufficiale, inviata l’11 novembre scorso anche alla Motorizzazione Civile di Cagliari e alle sezioni coordinate, firmata dal Direttore Generale Territoriale del Centro, l’ingegner Marco Pittaluga, il cui oggetto riporta “Revisione temporanea parziale delle circolari” si legge testualmente: “…avendo valutato il gravissimo stato di carenza di dipendenti delle qualifiche di ingegneri e tecnici delle due regioni (Sardegna e Lazio)…” e ancora “…per l’effettuazione delle attività di revisione degli autobus, in modo da ripartire con maggiore profitto la domanda tra i vari Uffici e ridurre i tempi di attesa che in alcune realtà sono diventati insostenibili…” e  infine “…a far data dal 2 gennaio Enti, Collettività e Imprese, con sede legale e operativa in Sardegna, possono prenotare la revisione dei mezzi indistintamente presso qualsivoglia Ufficio Motorizzazione della Sardegna  con esclusione di Nuoro…”.

Siamo delusi, e molto preoccupati – continua Mellino - perché dopo questi anni senza soluzioni ci aspettavamo un intervento definitivo per tutti gli automezzi, non solo per i bus, che mettesse fine ai tempi, ormai biblici che si registrano per tutte le operazioni. In ogni caso nell’isola rimangono sempre e solo 3 gli ingegneri abilitati a effettuare le revisioni ai mezzi sopra le 3,5 tonnellate di massa”.

Confartigianato Trasporti Sardegna ricorda la mancanza di almeno 15 operatori nelle Unità Territoriali nelle 4 province e come occorrano più di 6 mesi per le immatricolazioni “conto terzi”, almeno 13 per le revisioni, e altri 6 per gli esami delle patenti di guida. La perdurante situazione sta mettendo in ginocchio le aziende, le autoscuole e i cittadini costringendoli, in molti casi, anche all’inoperatività.

Allo stato attuale il passaggio di competenze dalle Province alle Motorizzazioni è un processo di cambiamento che sta generando tanti effetti negativi – ha continuato Mellino - sull'operatività degli uffici e sulla vita delle imprese stesse, poiché non è stato accompagnato da un reale trasferimento di personale competente agli uffici della Motorizzazione, che si sono ritrovati però con ulteriori e gravosi compiti“Abbiamo rappresentato in varie occasioni le difficoltà riscontrate dalle nostre imprese nei vari uffici territoriali – continua Mellino - accolto con favore le interrogazioni parlamentari sul tema, partecipato a incontri a livello tecnico-operativi, senza che i problemi siano stati risolti”.

Per il Presidente di Confartigianato Trasporti Sardegna la soluzione più velocemente percorribile, per arginare una situazione molto complessa, sarebbe quella dell’istituto del “comando” ovvero il passaggio del personale, già formato e abilitato a svolgere le mansioni, dalle ex province verso le Motorizzazioni attraverso una norma da portare, nel più breve tempo possibile, in Parlamento.

Il Presidente Mellino segnala anche le criticità rilevate dalle Agenzie di pratiche automobilistiche nella prenotazione di revisioni, immatricolazioni, collaudi attraverso il sito https://www.ilportaledellautomobilista.it, portale elettronico del Ministero che nelle intenzioni sarebbe servito a eliminare quelle procedure che prima dovevano essere volte fisicamente presso le Motorizzazioni.

Da ciò che ci risulta le prenotazioni avvengono alla “cieca” – continua Mellinoovvero se durante una procedura di prenotazione la data scelta risulta occupata, il sistema disconnette l’operatore e lo costringe a rieseguire la compilazione del modulo con tutti i dati del mezzo finché non viene trovata la data libera”. “Questo può accadere più e più volte al giorno – conclude il Presidente - portando a una perdita di tempo e allungando all’infinito i tempi di prenotazione”.

Federico Marini

Contatti

redazione@dorgaligonone.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK