Rimani sempre aggiornato sulle notizie di dorgaligonone.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

L'inciucio tra Dorgali e Cala Gonone

| di Paolo Sotgiu
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Riceviamo via mail e pubblichiamo l'articolo firmato da Paolo Sotgiu che intende condividere la sua opinione su queste settimane antecedenti le elezioni comunali di giugno 2016.

E’ indubbiamente una grande rappresentazione teatrale quella che si sta verificando sotto i nostri occhi nell’imminenza delle prossime elezioni comunali dorgalesi. Per altro, un’ulteriore conferma dell’esistenza di un vero e proprio universo del trasformismo in cui, maestri d’indubbio talento, danno prova delle loro capacità artistiche. Oserei definire questi illustri personaggi camaleontici, ma credo che ben più si addica loro, il termine “machiavellici”. Ci vuole abilità, senso pratico, furbizia, intelligenza, meschinità per perpetuare gli “inciuci” che garantiranno, con la spartizione del potere, l’opportunità di decidere le rovine o le glorie del popolino: “il fine giustifica i mezzi".

Quali i più bravi? Chi è uscito dalla porta per rientrare dalla finestra? Chi si è lasciato trasportare dalla forza del vento cambiando direzione? Ma, non saprei! Quello che penso e che le radici di queste scelte non affondano certo nel terreno dell’interesse comune, dell’etica, della morale, dell’onestà. Le decisione sboccano nel mare di una totale ipocrisia, nella menzogna più assoluta, nella mancanza di coerenza per mettere in primo piano i soli obiettivi da raggiungere.

Personaggi mediocri che anelano al ruolo di protagonisti per scenette di commedie scadenti, dove è necessario mantenere vivo con ogni mezzo il clientelismo vomitevole del “Do ut des”. Così, acconciati per la futura festa, si sfoggiano divise da paladini con programmi sfavillanti, specchietti per le allodole. Proiezioni futuristiche di derivazione cinese o sviluppo delle proprie tasche di quelle e dei soli compari di merenda, nello sfruttamento delle risorse turistiche ambientali etc ... con contorno di “La poltrona fa sempre comodo”.

Bisogna essere cerebralmente prostitute per simili comportamenti, con tutto il rispetto per chi svolge per scelta questa professione; possedere una gran faccia di quello che ci ritroviamo alla base della schiena ... “le parolacce non sono ammesse” per proporsi o riproporsi alla gente, così come ogni giorno di fronte allo specchio di casa. Si dice che sbagliare è umano, perseverare è diabolico: a voi la scelta!

Paolo Sotgiu

Contatti

redazione@dorgaligonone.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK