Rimani sempre aggiornato sulle notizie di dorgaligonone.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Sant'Antonio si avvicina, il Rosario tutti i giorni fino al 15 gennaio

| di Chiara Bacchitta
| Categoria: Tradizioni
STAMPA
Fuoco di Sant'Antonio a Dorgali - Foto: Gianmario Delussu

 

Continuano i festeggiamenti tra Dorgali e Cala Gonone, al periodo natalizio segue infatti la settimana dedicata ai Fuochi: di Sant'Antonio il 16 gennaio e di San Sebastiano il 19 gennaio.

Il più sentito per la nostra comunità è sicuramente il Fuoco di Sant'Antonio, i dorgalesi sono sempre stati molto devoti, l'emozione della festa fa battere il cuore del rione da mesi prima: le pulizie di primavera anticipate per accogliere i partecipanti, le cantine che traboccano di allegria e vino e poi i racconti, con le antiche usanze e credenze, come portare davanti alla chiesa, i bambini con ritardo fonologico e linguistico, per far suonare loro "sa campanedda" che sarebbe poi di buon auspicio per chiunque. 

La macchina che porta avanti questa nostra tradizione è guidata - con il parroco copilota - dai Priori, per il 2016 Rossano Senette e Michela Fancello. Tra i compiti che spettano ai Priori in carica, oltre all'organizzazione dei doni e all'addobbo dell'altare per la Santa Messa, sono fondamentali: la raccolta (che tra l'altro sará fatta oggi) di frasche e rosmarino - "su romasinu" - che formeranno la pira che prende fuoco dopo il Vespro delle 17:00 il 16 gennaio e la preparazione del tipico dolce del periodo "su pistiddu" che verrà offerto a tutti in piazza.

Tutte le tradizioni subiscono piccoli cambiamenti con il passare degli anni. Quest'anno "Sa Sera" di Sant'Antonio è preceduta da una novena che ha avuto inizio giovedì e a cui, come sempre, tutta la comunità è invitata a partecipare. Negli anni passati invece i dorgalesi si riunivano per il rosario dal 2 al 15 gennaio, sono diminuiti i giorni ma la modalità è sempre la stessa, l'appuntamento è alle ore 16:10 nella piccola chiesa che porta il nome del Santo e che gode oggi di nuova luce. Proprio qualche mese fa è stata ristrutturata grazie ai Priori passati e ad altri volontari coordinati dal Consiglio Pastorale con il contributo economico della Parrocchia Santa Caterina. A loro un sentito Grazie!

L'impegno di Michela e Rossano, terminerà il 17 gennaio quando la "pandela", di recente creazione ad opera di una devota abitante del rione di Sant'Antonio, sarà trasferita nella casa del nuovo Priore, Francesco Fronteddu Berritta, che ospiterà nella notte, una volta che il fuoco avrà terminato il suo processo, "su pinnone" in segno di staffetta. Stesse condizioni nel 2018 per i Priori Gino Mereu e Luisa Branca che completano "sa trenna", il trio ogni anno viene rinnovato con un nuovo dorgalese (rigorosamente del rione di Sant'Antonio) che viene nominato dai Priori uscenti.

Un plauso anche ai compaesani che ancora oggi si fanno carico di onori ed oneri per portare avanti con orgoglio le nostre memorie che arricchiscono non solo il calendario ma anche e sopratutto il nostro animo. "A medas annos!"

Chiara Bacchitta

Contatti

redazione@dorgaligonone.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK