Rimani sempre aggiornato sulle notizie di dorgaligonone.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

La Festa di Sant'Isidoro torna in voga anche a Dorgali

| di Chiara Bacchitta
| Categoria: Tradizioni
STAMPA

Un gruppo di giovani dorgalesi, dopo decenni di standby, ridà lustro alla figura di Sant'Isidoro e riprende i festeggiamenti in suo onore a Dorgali. L'appuntamento è fissato per sabato 30 aprile anche se il Santo, venerato soprattutto in Spagna e Sardegna, solitamente viene celebrato il 15 maggio.

Isidoro l'Agricoltore, noto anche come Isidoro Agricola o Isidoro Lavoratore (Madrid, 1080 - Madrid, 15 maggio 1130) fu un agricoltore spagnolo a cui furono attribuiti eventi portentosi, e pertanto venne beatificato da Papa Paolo V il 2 maggio 1619 e canonizzato da Papa Gregorio X il 12 marzo 1662 dalla Chiesa cattolica nel 1662. "Dedicò la sua vita al lavoro nei campi e alla preghiera. Tra i vari miracoli che la tradizione gli attribuisce, i più celebri sono il miracolo del pozzo, in cui sarebbe riuscito con la preghiera a far salire le acque di un pozzo, salvando la vita ad un bambino che vi era caduto dentro, e quello degli angeli che avrebbero arato un campo al suo posto per lasciargli il tempo di pregare".

Il comitato di Sant'Isidoro è nato qualche mese fa per volontà di 7 dorgalesi che, essendo venuti a conoscenza delle celebrazioni che il paese di Dorgali dedicava fino ai primi anni '60 al Santo per propiziare una buona annata agricola, hanno preso la doverosa decisione di portare di nuovo in uso l'antica tradizione, nominando Priore di questa prima edizione del XXI secolo, Filippo Pira.

I più anziani raccontano di buoi bardati a festa che aprivano la strada alla processione con una cerimonia che coinvolgeva tutto il paese, per quest'anno invece - e probabilmente per le future edizioni - gli unici buoi presenti saranno quelli del carro che trasporterà il Santo dalla Parrocchia di Santa Caterina, dopo la messa delle 18, fino alla Piazza di Santa Lucia dove il comitato organizzatore offrirà un rinfresco. Gli animali, instancabili compagni degli agricoltori fino a qualche decennio fa, saranno sostituiti dai mezzi moderni utilizzati oggi in campagna che, per l'occasione, grazie al coinvolgimento di agricoltori e allevatori dorgalesi, si presenteranno in processione addobbati a festa con fiori e spighe di grano, simbolo di rinascita e fertilità.

Complimenti al Comitato che ha cercato di ridare una nuova luce ad una tradizione che ormai il paese di Dorgali aveva perso. Ovviamente tutta la cittadinanza è invitata a partecipare!

Chiara Bacchitta

Contatti

redazione@dorgaligonone.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK